la muffa

IL FENOMENO DELLA MUFFA



La muffa si forma su elementi costruttivi a causa di costante o permanente umidità. Bisogna chiarire da dove deriva l’umidità:

  • può provenire da pentole, costantemente sotto vapore nel locale (o sopra o sotto), se il vapore non riesce ad uscire;
  • può  essere prodotta dagli abitanti stessi: ogni persona quotidianamente produ-ce 1-1,5 l di vapore; facendo la doccia si produce 1 l di vapore, gli essicatori per biancheria ne formano 1-3,5 l, e addirittura fiori e piante ne forniscono 0,5-1 l;
  • attraverso punti non stagni, a contatto con il terriccio, può penetrare dall’esterno;
  • in certe condizioni si forma completamente da sola in qualità di condensa (rugiada) su parti di una costruzione confinanti con l’esterno: dietro l’armadio, in bagno, nell’angolino

In questi casi probabilmente si tratta di muffa, formatasi per isolamenti termici sbagliati ed areazione insufficiente.


Si forma condensa sui muri, anche se non così rapidamente, se:

  • la parete è isolata male
  • una parete è isolata
  • il locale è arieggiato male, (ad es. a causa dell’installazione di finestre stagne per risparmio energetico, senza contemporaneamente aver provveduto al risanamento termico dei muri).
  • la condensa formatasi con basse temperature esterne non può uscire dal muro, quando la temperatura esterna aumenta (p.e. grazie all’insolazione) e l’umidità evapora. Una parete esterna in condizioni normali dovrebbe essere permeabile al vapore dall’interno verso l’esterno.
  • la porta che separa una stanza non riscaldata da quelle riscaldate viene lasciata aperta: poiché l'aria fredda assorbe meno vapore acqueo, sulle superfici fredde (ad es. sulle pareti) della stanza priva di riscaldamento si forma dapprima condensa e poi muffa.